L’archivio dell’istituto LUCE

L’Istituto LUCE, per quei pochi che non lo conoscessero, “è la più antica istituzione pubblica destinata alla diffusione cinematografica a scopo didattico e informativo del mondo” (da wikipedia, che faccio prima). Nasce nel 1924 e diventa uno dei principali strumenti di propaganda del regime fascista grazie ai suoi “cinegiornali” che venivano proiettati al cinema prima dei film. Dopo la guerra, l’Istituto continuerà la sua attività di produzione di film e documentari.
Proprio grazie alla pagina di Wikipedia ho scoperto con immenso piacere che l’Archivio LUCE è pubblicamente visionabile su internet senza restrizioni. Migliaia e migliaia di filmati che coprono gran parte del Novecento, ottimamente catalogati e ricercabili per parole chiave.
Ovviamente, mi sono messo a setacciare l’archivio in cerca di testimonianze interessanti su Brescia; il problema è che scopro queste cose a notte fonda, generalmente appena dopo aver detto “ora stacco e vado a letto”.
Consiglio comunque di dare un’occhiata di persona e di perdercisi, ma ecco alcune cose notevoli ai fini di questo blog:

:: 1929: l’inaugurazione dell’ospedale per la prevenzione della tubercolosi infantile.
:: 1930: la partenza della IV Coppa Mille Miglia. In questo filmato muto si nota bene come le macchine partissero da Viale Venezia e girassero nell’attuale via Nicostrato Castellini, dove si distinguono l’istituto Pavoni, allora non ancora seminascosto dai condomini, e le case all’angolo con via Mantova.
:: 1932: l’inaugurazione di Piazza della Vittoria da parte di Mussolini.
:: 1962: lo stabilimento ittiogenico, l’attuale Parco dell’Acqua presso via Lechi.

Divertitevi a trovarne altri, magari più avanti ne posterò altri. Le fotografie sono poste alla fine della lista di risultati della ricerca e anch’esse sono oltremodo interessanti. Un esempio è questa foto del 1941, che mostra un curioso ciclotaxi in via Gramsci.

Potrebbero interessarti:

Questa voce è stata pubblicata in Brescia e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.