I Longobardi ieri e oggi

Presso l’auditorium di Santa Giulia (chiesa omonima, in via Piamarta 4) comincerà venerdi prossimo il ciclo di conferenze I Longobardi ieri e oggi: viaggio nel patrimonio del popolo longobardo”, organizzato dall’Associazione Longobardia, dal Forum Turismo Sociale e dalla Strada del Vino Colli dei Longobardi*. Le conferenze si terranno per tre venerdi a partire dal 26 settembre e saranno introdotte da musica di ispirazione medievale e seguite da assaggi di prodotti tipici (su prenotazione e a pagamento).
Trascrivo un breve programma: per maggiori informazioni contattare l’Associazione Longobardia o il Forum del Turismo Sociale.

Venerdi 26 settembre, ore 18
Ieri: I Longobardi e la politica – Rapporti tra Stato e Chiesa durante l’epoca longobarda. Interverranno l’Avv. Andrea Arcai (Assessore alla Cultura del Comune di Brescia), il Dott. Agostino Mantovani (Presidente Fondazione Brescia Musei) e il Prof. Claudio Azzara dell’Università di Salerno. Moderatore: Prof. Gianbattista Muzzi, dell’Associazione Longobardia – Brescia.

Venerdi 3 ottobre ore 18
Ieri: Leggi e monete del regno – Diritto ed economia nella società longobarda. Relatori il Prof. Stefano Gasparri dell’Università di Venezia e il Prof. Ermanno A. Arslan dello IULM. Moderatore: Dott. Bruno Cesca, dell’Associazione Longobardia – Friuli Venezia Giulia.

Venerdi 10 ottobre ore 18.30
Oggi: Italia Langobardorum – I segni materiali della presenza longobarda a Brescia e in Lombardia. Interventi del Prof. Angelo Baronio (Università Cattolica di Piacenza) e del Prof. Marco Rossi (Università Cattolica di Milano e Brescia). Moderatore: Dott.ssa Francesca Morandini, Conservatore Archeologo dei Musei Civici di Brescia.

Come il ciclo di conferenze dell’anno scorso, l’iniziativa nasce come sostegno alla candidatura UNESCO dei siti di “Italia Langobardorum, centri di potere e di culto (568-774 d.C.)”.

*: associazione che ha come simbolo il nostro amato gallo, anche se né Ramperto né il gallo erano longobardi. Ma ci si può passare sopra, bevendo magari un bicchiere di vino.

Potrebbero interessarti:

Questa voce è stata pubblicata in Brescia e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.